was successfully added to your cart.

ComunicazioneConsigliNuove tecnologie

Come e quando usare Snapchat. E perché

By febbraio 23, 2016 One Comment

Veloce, semplice, graficamente gradevole. Usare Snapchat non è difficile, vediamo che cosa puoi farci e quali sono i punti di forza, di debolezza e come cominciare a usarlo da zero.

Quando può servire

Può essere utile negli eventi, per far vedere il backstage della tua iniziativa
Per produrre contenuti multimediali di qualità. Come fanno Vice, Mashable e il National Geographic per esempio

Come iniziare da zero e avere i primi follower?

  1. Scarica l’app per iOS o Android
  2. Iscriviti
  3. Vai alla pagina dedicata e scarica lo snapcode

Una volta scaricato lo snapcode avrai a disposizione una guida al suo utilizzo perché per poterlo fare funzionare bisogna seguire le indicazioni. Già perché grazie al codice chi usa Snapchat potrà connettersi al vostro account solamente inquadrando lo snapcode: telecamera, messa a fuoco e following. Tutto qui.

Cosa non puoi fare con lo snapcode

  • Modificare i bordi o i colori dello snapcode
  • Riprodurre, o stampare lo snapcode più piccolo di 2,5 cm
  • Non interrompere le linee del fantasmino quando lo riproduci
  • Non invertirne i colori
  • Non stamparlo in carta lucida, i riflessi potrebbero impedirne la lettura

Queste sono le cose più importanti. Tutte le altre info le trovi nella “guida al fantasmino” 🙂

Opportunità

Mi sembra molto interessante la possibilità di comprare un filtro georeferenziato da offrire a chi è in una precisa zona. Funziona che, pagando naturalmente, imposti un logo, un’area geografica precisa, un’arco temporale in cui vuoi far comparire il tuo logo e paghi. Una volta fatto gli utenti che saranno nella zona da te impostata avranno a disposizione il filtro fatto da te o dalla tua azienda.
Molto interessante sia per Snapchat di per sé, ma anche e soprattutto come modello di business: georeferenziazione e engagement.

Controindicazioni

  • Non ci sono metriche
  • La durata massima degli Snap è di 10 secondi
  • I contenuti spariscono dopo 24ore (ma puoi scaricare le tue storie e condividerle su altri canali, oppure salvarle da qualche parte)

Suggerimenti

  • Se hai budget e persone adatte a seguire il canale aprilo! Altrimenti lascia perdere e concentrati su Facebook o altri canali adatti al tuo pubblico. Insomma non fare come la Commissione Europea…
  • A gestire il canale dovrebbe essere una persona adeguata che abbia voglia di sperimentare e che sia adatta a cogliere il momento giusto delle situazioni/eventi. Da quello che ho letto infatti molto del lavoro su Snapchat si basa sull’elaborazione di video, serve quindi qualcuno abituato al linguaggio dei social media (sempre di questo stiamo parlando), ma con la sensibilità giusta per fare piccoli video.
  • Inserisci il tuo snapcode sul tuo sito, può aiutarti a raccogliere follower
  • Il codice puoi anche twittarlo 😉
  • Altrimenti inserisci il tuo nome utente di Snapchat nella descrizione dei tuoi social media. Magari è un po’ più “faticoso” per i tuoi utenti cercarti, ma è un altro metodo per dare visibilità al tuo account Snapchat su altri media

Perché mai dovresti usarlo?

Ti serve se vuoi aumentare la tua brand awareness, insomma se vuoi far parlare di te. Magari negli Stati Uniti, dove l’uso è maturo (a vedere i dati) e può darti soddisfazione (=ritorni di immagine/investimento).
In Italia non saprei, non ci sono informazioni precise al riguardo, credo quindi sia prematuro parlare di un uso importante, ma sicuramente inizierei a sperimentare. Se puoi farlo è un consiglio che mi sento di dare.

Se sei completamente a digiuno dello strumento allora questo post di Julius Design fa al caso tuo.

Adesso non ti resta che seguirmi su Snapchat! 🙂
snapcode Ivo Riccio snapchat

Per approfondire:

Nota: la foto in anteprima è di Surian Soosay su Flickr

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: